«Suffragette»: 2ª Serata cinematografica con «cocktail» [219]

Ott

28

Ora: 19.30-21.30
Luogo: Parrocchia «Sacro Cuore» di Catanzaro Lido

image_pdf

La 2ª Serata cinematografica, con la proiezione del film «Suffragette» di Sarah Gavron e con il cinedibattito «Donne che scoprono di possedere una formidabile forza d’animo e, nonostante l’ostracismo e le avversità, “marciano” per far valere i loro ideali», ideata nell’ambito della 10ª edizione del CineCircolo 2022-23 dal «file rouge»: «Donne, ‹sorelle tutte›, che ‹fanno bello il mondo›, per immagini», all’insegna della sinodalità, e nel solco della fase narrativa del cammino sinodale, ispirata ai grandi testi dell’autorità educativa della Chiesa

[1. «Messaggio alle donne» di Paolo VI (8.12.1965); 2. Lettera apostolica «Mulieris dignitatem» sulla dignità e vocazione della donna (15.08.1988) e «Lettera alle donne» di Giovanni Paolo II (29.06.1995); 3. Esortazione apostolica «Evangelii gaudium» sull’annuncio del Vangelo nel mondo attuale (24.11.2013) ed Enciclica «Fratelli tutti» sulla fraternità universale e l’amicizia sociale di Francesco (3.10.2020); 4. «I cantieri di Betania›: prospettive per il secondo anno del cammino sinodale» (5.07.2022) e «Sintesi nazionale della fase diocesana» del Sinodo 2021-2023 «Per una Chiesa sinodale: comunione, partecipazione e missione» della CEI (15.08.2022)],

promossa dal Circolo Culturale San Francesco ed aperta gratuitamente a tutti: credenti e «laici», vicini e lontani – la 219ª di seguito, con decorrenza dal 10 gennaio 2014.

«Suffragette»

Regia: Sarah Gavron. Genere: Drammatico/Storico. Paese: Gran Bretagna. Anno: 2015. Durata: 106”

Sinossi: Londra 1903. Per ottenere il suffragio universale, attraverso la guida di Emmeline Pankhurst, operaie, borghesi, ragazze nubili e madri di famiglia si coalizzano in un’unica organizzazione sovversiva, dando vita a una vera e propria lotta senza quartiere contro l’apparato burocrate anglosassone, determinato a non riconoscergli il diritto di voto. In questo vortice socio-emozionale, rimane coinvolta attivamente l’operaia Maud Watts divenendo una delle più eminenti fautrici del movimento sovversivo per l’ottenimento della parità dei diritti. «Non più puttane, non più madonne, ma finalmente e soltanto donne». Una storia scioccante e commovente, che a distanza di oltre 100 anni, risulta ancora assurdamente contemporanea. Ad aiutare in tutto ciò, è l’interpretazione ottimamente drammaturgica di Carey Mulligan, nelle vesti di un’operaia “fittizia”. Una giovane, dimessa esternamente e demolita internamente, capace però di rialzarsi e di sfoderare quell’orgoglio e quella dignità barbaramente perdute o coattivamente sottratte.

Cinedibattito

«Donne che scoprono di possedere una formidabile forza d’animo e, nonostante l’ostracismo e le avversità, “marciano” per far valere i loro ideali»

In presenza e online @circoloculturalesanfrancescocatanzaro

Programma

  1. «Dolce sentire» di Riz Ortolani: M° Stefano Scozzafava (tenore) e M° Tusha Ilaria Silipo (pianista)
  2. Occhio su «Chiara di Dio» e sinossi del «Suffragette»
  3. Cinedibattito

3.1. Condivisione; 3.2. P. Anzulewicz OFMConv: «Centrale per la vita della Chiesa e della società la corresponsabilità e la condecisionalità delle donne»; 3.3. Lettura di alcuni passaggi della «Lettera alle donne» di Giovanni Paolo II (nn.10-12)

  1. Comunicazioni relative al Circolo e annuncio del prossimo evento [venerdì 4 novembre: 3ª Serata conviviale, focalizzata sul tema: «Eustochio da Padova († 1469), Jeanne des Anges († 1665) e le altre donne, sante e indemoniate», con la partecipazione speciale del dr. Mattia Zangari]
  2. «Ave, Maria» di Franz Schubert:Stefano Scozzafava e M° Tusha Ilaria Silipo – Foto di gruppo «Cocktail» [In sottofondo, il music video «Il Signore ti benedica e ti protegga» (6:41′)]