Statuto

Art. 7 – Non è necessaria alcuna autorizzazione per gli associati che svolgono in proprio le stesse attività svolte dall’Associazione, mentre è necessaria la preventiva autorizzazione del Consiglio Direttivo:

  1. agli associati che partecipino ad altra Associazione o altro organismo che svolga attività simili;
  2. a coloro che intrattengano con l’Associazione rapporti di lavoro sotto qualsiasi forma e che abbiano, con la stessa, rapporti di contenuto patrimoniale.

Art. 8 – La qualità di associato si perde per:

  1. morosità,
  2. decadenza,
  3. esclusione.

Perdono la qualità di associato:

  • per morosità coloro che entro il termine fissato dall’Assemblea non hanno rinnovato la sottoscrizione della quota associativa nei limiti deliberati dall’Assemblea stessa;
  • per decadenza coloro che vengono a trovarsi nelle condizioni, senza autorizzazione, di cui al precedente art.6;
  • per esclusione coloro che per gravi inadempienze nei confronti del presente Statuto, rendono incompatibile il mantenimento del loro rapporto con l’Associazione;
  • coloro i quali, in qualunque modo, arrechino danni morali o materiali all’Associazione;
  • coloro che hanno subito con sentenza passata in giudicato condanne penali per i reati di mafia.

L’espulsione e le radiazioni saranno decise dal Consiglio Direttivo a maggioranza assoluta dei suoi membri.

Gli associati espulsi potranno ricorrere contro il provvedimento nella prima Assemblea ordinaria.