14ª Serata cinematografica con «cocktail» [178] – in trasferta

Dic

13

Ora: 17-19
Luogo: Teatro Comunale di Catanzaro

Serata cinematografica, con la proiezione del film «Miracolo a Le Havre» di Aki Kaurismäki, la conversazione «Il potere della bontà sconfina nell’amore, nella solidarietà, nella compassione verso i più deboli» e il «cocktail», la 14ª ed ultima Serata dell’8ª edizione del CineCircolo con il motto: «A servizio della pace e della fratellanza, per immagini», ispirata ai tre grandi testi: 1. Messaggio «La buona politica è al servizio della pace» di Papa Francesco per la celebrazione della 52ª Giornata Mondiale della Pace (1.01.2019), 2. «Documento sulla fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune», firmato da Papa Francesco e dal Grande Imam di al-Azhar Aḥmad al-Ṭayyib ad Abu Dhabi (4.02.2019), 3. Preghiera-poesia «Cantico delle creature» di frate Francesco d’Assisi (FF 263), promossa dal Circolo Culturale San Francesco ed aperta, a titolo gratuito, a tutti: soci, sostenitori, amici, credenti e «laici», vicini e lontani – la 178ª di seguito, tra quelle cinematografiche e quelle conviviali, con decorrenza dal 10 gennaio 2014 – viene sospesa. Siamo tutti invitati al Teatro Comunale di Catanzaro (Corso Mazzini, 82/84) per festeggiare, insieme al Centro Disturbi Cognitivi di Catanzaro Lido e l’Associazione Geriatri Extraospedalieri, la 3ª edizione di «Un Natale insieme ‹contro ogni stigma›».

«Miracolo a Le Havre»

Regia: Aki Kaurismäki. Genere: Commedia, drammatico. Paese: Finlandia/Francia/Germania. Anno: 2011. Durata: 93′

Trama: Marcel Marx, un ex scrittore rinomato e bohemien, volontariamente si trasferisce in esilio nella città portuale di Le Havre, dove la sua professione onorevole, ma non redditizia, di lustrascarpe, gli dona la sensazione di essere più vicino alla gente. Mantiene viva la sua ambizione letteraria e conduce una vita soddisfacente nel triangolo formato dal pub dell’angolo, il suo lavoro e sua moglie Arletty, quando il destino mette improvvisamente nella sua vita un bambino immigrato proveniente dall’Africa nera.

 Conversazione

Il potere della bontà sconfina nell’amore, nella solidarietà, nella compassione verso i più deboli

Programma

sulla locandina blu