Ecumenicamente per il creato… Postato 24 Ottobre 2017 da admin

0

image_pdfimage_print

Induceva ammirazione, gratitudine e commozione nei presenti la 1ª Serata conviviale con «aperitivo», dal titolo «Ecumenicamente per il creato» (Laudato si’, n. 7), promossa dal Circolo venerdì 22 settembre 2017, nell’ambito della 5ª edizione del WikiCircolo il cui «fil rouge» è: «L’uomo-custode e protettore di ‘sorella’-‘madre’ Terra», l’edizione ispirata all’enciclica Laudato si’ di papa Francesco, alla preghiera-inno Cantico delle creature di frate Francesco e al Messaggio per la 51ª Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali “Non temere, perché io sono con te” (Is 43,5). Comunicare speranza e fiducia nel nostro tempo.

Ammirazione e gratitudine, dunque, per la presenza alla Serata − la 96ª di seguito, tra quelle conviviali e cinematografiche − di due dei quattro invitati, «uniti da una stessa preoccupazione» (cfr. Laudato si’, nn. 7-9): pastore olandese Ranieri Van Gent, sposato con Anneke Van Ommen, padre di quattro figli e sei nipoti, missionario, che iniziò il suo ministero come evangelista a Roccella Jonica e insieme ad altri missionari evangelizzò tutti i paesi della Locride, finché un giorno il Signore non gli mise in cuore di venire a Catanzaro, perché… «qui − gli disse − ho un grande popolo». E così dopo aver evangelizzato con tende, Bibbiabus ed altro, fondò la Chiesa di Catanzaro, denominata «Comunità Cristiana Emmanuele», ora «Chiesa Evangelica della Riconciliazione», di cui è pastore, cioè ministro di culto, e padre Vasyl Kulynyak, cappellano della Comunità di rito bizantino presso l’arcidiocesi di Crotone-S. Severina, dove rappresenta la Chiesa greco-cattolica, presente in Ucraina, Europa ed America, con numerose arcieparchie, esarcati apostolici e eparchie. Il 21 agosto 2005 la sua sede storica di Leopoli è stata trasferita alla capitale Kiev. Dal 25 marzo 2011 ha per primate l’arcivescovo maggiore Svjatoslav Ševčuk, presidente del Sinodo della Chiesa stessa. I loro preziosi interventi ci hanno messo in cammino sulla strada di fraternità e di solidarietà con tutto il creato, nello spirito degli antichi pellegrini, questuanti della grazia e della verità…

Commozione, infine, per la morte improvvisa di Antonio Rosario Cona, papà della dott.ssa Teresa Cona, segretaria del Circolo, in lutto. Ieri mattina ha terminato il suo cammino terreno, facendo il ‘salto’ verso un ordine profondamente nuovo e diverso: la vita in pienezza, un siciliano forte e mite, un padre presente e generoso, un marito fedele ed affettuoso che ha amato la sua sposa Ada di amore tenero e profondo. Ha lavorato per oltre 40 nella Società Telefonica in varie parti dell’Italia con incarichi di responsabilità, svolgendo il suo lavoro con perizia e cuore. Da lui ci siamo sentiti spronati ad allargare il cuore all’amore più vero, più pieno, più radicale, più totale, ma anche più concreto, più semplice, più immediato, verso il creato e le creature, ecumenicamente. Una Serata traboccante di commozione, ammirazione e gratitudine. (pa)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.